News 2016-17


Dipartimento di scienze

link al video su You Tube

Il laboratorio chimico e le sue applicazioni
Progetto in collaborazione tra Università La Sapienza di Roma
(Dipartimento di Chimica e Tecnologia del farmaco)
e Liceo G. Galilei di Civitavecchia
Alternanza scuola-lavoro classi 3A e 3C liceo scientifico a.s. 2016-17

 

Matematica in lingua inglese al Galilei

Matematica in lingua inglese al Galilei Al Galilei è proseguita la sperimentazione sull’insegnamento della matematica in inglese. Per il secondo anno infatti la prof. Dimito ha tenuto circa il 70% delle sue lezioni nelle classi terza e quarta sez. A in inglese, favorendo l’apprendimento integrato di contenuti disciplinari di matematica in lingua straniera, inglese, veicolare secondo la metodologia CLIL, in anticipo rispetto a quanto previsto dalla recente riforma. Così lo scorso 7 giugno, giorno della mostra delle attività progettuali del Galilei, gli alunni della 3A e successivamente della 4A hanno presentato alla comunità scolastica, nell’aula della classe 2.0, ben due Ebook. Gli alunni della classe terza hanno risolto esercizi e problemi di geometria analitica in inglese, partendo dall’iniziale acquisizione e uso del linguaggio matematico di base in inglese e poi procedendo alla trattazione integrale della geometria analitica nella lingua straniera. In questo modo dopo un ‘accurata selezione della tipologia di problemi un alunno della classe si incaricava di trascrivere integralmente i contenuti trattati e in sei mesi di lavoro ecco pronto un accattivante Ebook contenente esercizi e problemi risolti di geometria analitica intitolato “Geometric Loci- Workbook”. Il lavoro della classe 3A ha così completato quello della terza dello scorso anno che ha lavorato alla stesura di un manuale di geometria analitica in inglese “Geometric Loci”. Gli allievi della 4A, hanno quindi proseguito la loro sperimentazione con lo studio della trigonometria nella lingua straniera. Con la stessa metodologia gli studenti hanno raccolto le lezioni trascritte di volta in volta dando vita ad un pregevole Ebook intitolato Trigonometry, che partendo dalla definizione delle funzioni goniometriche e le identità fondamentali, con le relative applicazioni alle equazioni e disequazioni e agli studi di funzioni, ha approfondito i teoremi della trigonometria e la risoluzione dei problemi geometrici. Gli Ebook costituiscono inoltre i prodotti finali di un progetto condotto dalla Prof.ssa Antonella Dimito, nell’ambito delle attività del Piano Nazionale della Scuola Digitale e in particolare di quelle previste dall’azione Cl@ssi 2.0, che propone di modificare gli ambienti di apprendimento attraverso un utilizzo costante e diffuso delle tecnologie a supporto della didattica quotidiana. Entusiasta e meravigliata è stata la partecipazione delle famiglie che hanno potuto constatare l’importanza e la validità dei lavori eseguiti dalle due classi. Vivissimi complimenti ai ragazzi della 3A e della 4A che si sono impegnati in questa attività con entusiasmo e dedizione, alla prof.ssa Dimito che ha seguito tutte le fasi dei lavori e al Dirigente Scolastico Prof.ssa Maria Zeno che ha permesso la realizzazione di questo pregevole progetto.

 

Nuovamente per l'antico Castrum novum

 

Gli studenti del Liceo Scientifico Linguistico Galileo Galilei – sede staccata di S. Marinella vi condurranno alla scoperta dell’antica Castrum Novum … a bordo della propria pelle. VENERDÌ 2, SABATO 3 E DOMENICA 4 GIUGNO 2017. Visite guidate dei ragazzi dalle ore 10:00 alle 16:00 presso il Museo Archeologico Nazionale di Civitavecchia – largo C. Benso Conte di Cavour, 1 Civitavecchia.

NUOVAMENTE-COMUNICATO

NUOVAMENTE LOCANDINA 

Rassegna stampa : La civetta di Civitavecchia

“Lo studente ricercatore”: Francesco De Marco del Galilei fra i primi 10 studenti selezionati
“Lo studente ricercatore”: Francesco De Marco del Galilei fra i primi 10 studenti selezionati Lo studente de Marco Francesco della classe IVA del Liceo scientifico Galilei ha vinto lo stage di due settimane presso l’IFOM di Milano (Istituto Firc Oncologia Molecolare). Il lusinghiero risultato colloca Francesco fra i 10 studenti italiani che hanno vino lo stage a seguito del bando di concorso ” Lo studente ricercatore”. Francesco De Marco e’ stato inizialmente selezionato dal Galilei quale studente della classe IV più meritevole, per profitto nelle scienze, fra quanti hanno espresso il desiderio di partecipare al concorso dell’IFOM. Successivamente ha partecipato alla selezione online rispondendo al test proposto dall ‘IFOM stesso ed ha poi ricevuto la bellissima notizia di essere uno dei 10 Studenti italiani selezionati per lo stage che si svolgerà dal 10 al 21 luglio. Ovviamente soddisfatto del risultato, Francesco ringrazia il proprio professore di Scienze, il vicepreside del Galilei Sandro Moretti e la Professoressa di matematica e fisica Antonella Dimito per la preparazione ricevuta nelle discipline scientifiche più direttamente oggetto del concorso; ma la sua gratitudine va a tutti i suoi docenti , alla dirigente ed alla scuola in generale per le tante opportunità formative espresse anche nell’ambito del l’orientamento e dell’Alternanza scuola – lavoro: il,progetto di a..s.l. del Galilei, infatti comprende anche tali iniziative di stage presso università e centri di ricerca . Francesco , talento naturale nelle discipline scientifiche e non solo , frequenta la classe 2.0 , strutturata come tale a seguito del bando del MIUR vinto dal Galilei nel 2013 a seguito di un progetto fortemente voluto dalla Dirigente Maria Zeno e dal Collegio dei Docenti. peraltro , Francesco e’ da poco reduce con i compagni di scuola Francesca Barile, Leonardo Menichini e Giulia Florio dalla finale italiana dei Giochi Internazionali della Matematica della prestigiosa Università Bocconi , di cui il Galilei e’ scuola polo per le semifinali ; in quella sede, ha disputato le gare a punteggio pieno, come il compagno di Scuola Leonardo Menichini e solo per il meccanismo punteggio/tempo di soluzione quesiti / età anagrafica i due ragazzi del Galilei non hanno conquistato la finale di Parigi. la Preside Maria Zeno si dice molto soddisfatta del risultato di Francesco, provetto ” studente ricercatore” e, più in generale, del lavoro dei Docenti del Galilei attenti alla promozione delle eccellenze; la progettualità della Scuola, afferma Maria Zeno, tiene conto del talento dei ragazzi, delle loro diverse inclinazioni, delle aspirazioni per il futuro e cerca di incoraggiare ciò che ognuno può esprimere di sè . Alla Scuola , unitamente con la famiglia, compete infatti un ruolo di accompagnamento verso il futuro e di promozione di opportunità diversificate in grado di coadiuvare le scelte dopo il diploma. Al termine dello stage milanese, senz’altro Francesco De Marco avrà acquisito ulteriori competenze utili per l’orientamento post diploma.
Invito

 

 

'La storia della donna: dall'antica Grecia ad oggi'
Nell’ambito delle attività legate all’Educazione alla cittadinanza attiva oggi nell’aula magna del Liceo Scientifico, Linguistico e Musicale “Galileo Galilei” si è tenuta la presentazione del progetto “La donna nel tempo: dall’antica Grecia ad oggi”. Protagonisti gli alunni di 1 A e 1 C del Liceo Scientifico, coordinati dalle prof.sse Neri e Pierini. Alla presenza dei genitori e della Preside, prof.ssa Maria Zeno, i ragazzi hanno presentato con perizia l’argomento. L’incontro è stato caratterizzato da multidisciplinarietà: dalla scienza alla matematica, dall’astrofisica al diritto, dalla Storia alle Lingue, dalla Storia dell’arte all’informatica. Molti sono stati gli esempi di donne rappresentative dei vari ambiti, come Ipazia, Caterina De’Medici, Sofia Kovalevskaja e la contemporanea Samanta Cristoforetti. Particolare emozione ha suscitato il ricordo di Maria Montessori, medico e pedagogista. Alcuni ragazzi si sono inoltre cimentati nell’esposizione di un breve brano in latino, da loro ideato, sulle abitudini delle matrone romane. Non poteva ovviamente mancare la lingua inglese, che ha caratterizzato la trattazione della storia di Noether.

La mattinata, accompagnata dal plauso di tutti i presenti,  si è conclusa con la consegna da parte della Dirigente  degli attestati, conseguiti dai ragazzi sul corso rapido online di 20 ore  del “Codice”, attività riguardante  il pensiero computazionale su cui il MIUR, nell’ambito del Piano nazionale Scuola Digitale sta molto investendo in termini anche di stimolo alle Scuole rispetto a  questa nuova frontiera metodologica.

La mattinata è stata un ulteriore tassello del Piano di Miglioramento della Scuola, che appunto prevede, fra i propri obiettivi, la valorizzazione del protagonismo studentesco mediante  l’assunzione di responsabilità anche organizzative rispetto ai progetti ed attività maggiormente caratterizzanti il PoF ed il coinvolgimento delle famiglie con la comunicazione e la diffusione dei risultati progettuali conseguiti dai ragazzi.

CAMPIONATI STUDENTESCHI DI NUOTO, CATEGORIA ALLIEVE

FINALE REGIONALE DEI CAMPIONATI STUDENTESCHI DI NUOTO, OSTIA:

SQUADRA ALLIEVE VICE CAMPIONE REGIONALE (MENCARELLI BENEDETTA, TISSELLI CHIARA, MONALDI MARTINA, RASTELLI GIULIA, CICIANI MATILDE, PACIFICI FRANCESCA, LEGGIERO LETIZIA) .

STAFFETTA 4 X 50 MISTA VICE CAMPIONE REGIONALE (LEGGIERO – MONALDI – CICIANI – MENCARELLI) .

CAMPIONESSA REGIONALE 50 RANA: MONALDI MARTINA,

VICE CAMPIONESSA REGIONALE 50 DELFINO: CICIANI MATILDE.

 

DA CIVITAVECCHIA A LOPPIANO NEL NOME DI RENATA BORLONE
FINALMENTE I PRIMI DIPLOMI ESABAC

all’indirizzo ESABAC del Galilei ,i primi studenti con la doppia maturità

 

Venerdi 12 maggio 2017 ,presso il convitto nazionale Vittorio Emanuele di Roma, alla presenza del rettore- Ds del Convitto, il direttore del Miur dott.De angelis, l’Isp.Francini dell’USRL lazio , la dott Casciato,,il consigliere culturale dell’ambasciata di Francia in Italia e l’attachéé de Coopèration éducative Mme Rondelli ,i ragazzi della sezione esabac del liceo Galilei di Civitavecchia accompagnati dalla Preside Maria Zeno e dalla prof.ssa  Maria Rita Brizi, hanno ricevuto il tanto atteso certificato della doppia maturità italiana e francese conseguito nell’A.S 2015-16. La convenzione stipulata tra Italia e Francia ha permesso infatti l’attivazione di una sezione specifica del liceo linguistico dove poter approfondire la letteratura e la storia in lingua francese con un programma alternativo sia a livello linguistico che metodologico. Per i nostri studenti è sicuramente una marcia in più verso il futuro ,per la nostra scuola è l’inizio di un percorso innovativo di cui siamo stati pionieri assoluti nella città.

Al Galilei si mangia eticamente

LA GEOGRAFIA NEL PIATTO

Al Galilei si “mangia” etnicamente

Singolare iniziativa al Liceo Galilei. La classe II liceo scientifico sezione A, a conclusione del programma di Geografia, quest’anno incentrato sulla conoscenza dei Paesi Extraeuropei, ha preparato un insolito viaggio tra i piatti tipici dei vari Paesi studiati, come Giappone, Australia. Arabia Saudita, Stati Uniti… Divisi in gruppi, i ragazzi, coordinati dal prof. Mario Camilletti, si sono sbizzarriti a creare dolci della tradizione di altri popoli, condividendo poi il tutto con i “colleghi” delle altre classi nel corso di una manifestazione presso l’Aula Magna dell’Istituto.

Oltre il logico momento di “assaggio”, i ragazzi hanno proiettato i video realizzati durante la preparazione dei piatti e descritto il collegamento con la geografia dei Paesi studiati. “Mi sono divertita molto a scegliere e poi preparare il dolce con i miei amici”, ha detto una delle alunne, Chiara, “abbiamo scelto un piatto giapponese perché ci piace molto la cultura del Sol Levante”.

“Con questo sistema abbiamo conosciuto meglio la cultura araba”, dice Alessandro, “anche perché abbiamo aggiunto al nostro filmato delle musiche tipiche, attraverso una ricerca molto affascinante.”

L’iniziativa ha preso l’avvio, oltre che dal normale studio della materia, dal percorso etnico di Xenoi, la serie di incontri con musicisti stranieri che il Galilei ha ospitato tra ottobre e dicembre scorsi.

“É un modo intelligente di fare geografia, di conoscere le abitudini di un Paese e di un popolo”, ha detto la Preside, Maria Zeno, “attraverso lo studio della sua peculiarità più macroscopica, cioè la cucina; anche questo testimonia amore, perché in fondo la cucina, il modo di mangiare sono forme specifiche di amore per la propria cultura e la propria tradizione”.

Ovviamente, tutto si è concluso con un “assaggio” che i presenti hanno particolarmente gradito.

http://www.trcgiornale.it/news/scuola/91572-al-galilei-si-qmangiaq-etnicamente.html#.WRxRWJgyGUs.gmail

Uno Space Shuttle sulla torre di Pisa Lo scatto di Marco Meniero esposto a Pechino

Marco Meniero, ex alunno dell’attuale Liceo Scientifico Linguistico e Musicale “Galileo Galilei” (diplomatosi nel 1993) è l’unico italiano ad essere rappresentato al planetario Monumentale di Beijing-Pechino durante la mostra mondiale di foto astronomica “Silk Road at Night”. La sua foto della stazione spaziale STS-119 che passa su Piazza dei Miracoli a Pisa, dietro la Torre pendente, gli è valsa la partecipazione a questa importantissima mostra. In esposizione i lavori di 38 fotografi provenienti da 38 paesi diversi con 57 immagini totali seguendo l’idea di “One people,One sky”. Hanno organizzato l’evento le associazioni non governative “The World at Night” ed “Astronomers Without Borders”. La mostra è visitabile in VR: http://www.detu.com/pano/show/220283 Marco ha anche un sito personale: www.meniero.it

IL GALILEI SOTTOSCRIVE IL PARTENARIATO CON IL LICEO H. BERGSON DI PARIGI

Nella prestigiosa cornice del Salone dei Ministri del MIUR venerdì 27aprile Maria Zeno, dirigente scolastico del liceo scientifico e linguistico Galileo Galilei di Civitavecchia e Santa Marinella ha sottoscritto , insieme con la Preside Anne Schnabele l’Accordo di Partenariato che lega il Galilei con il Liceo parigino H. Bergson . Alla cerimonia hanno presenziato, oltre ai Dirigenti delle otto scuole ( quattro parigine , quattro di Roma e provincia ) firmatarie degli Accordi, Autorità accademiche e scolastiche francesi ed italiani. In particolare , hanno presieduto la cerimonia delle firme il Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale del Lazio, Dottor Gildo De Angelis e Monsieur Gilles Pécout, Rettore della regione accademica Ile-de-France, Rettore dell’Accademia di Parigi, Cancelliere delle Università.

Ai dirigenti scolastici e’ stato chiesto di tracciare un breve ritratto delle lo Scuole, in funzione di quanto il Partenariato consentirà di arricchire l’offerta formativa, le occasioni di scambio di alunni e docenti, di reciproco studio di metodologie. Le presidi Anne Schnabele e Maria Zeno hanno messo in rilievo i rapporti di reciprocità già in atto fra le due scuole:alunni e docenti infatti hanno effettuato le visite a Civitavecchia e a Parigi nello scorso mese di marzo; hanno entrambe sottolineato la simpatia e la cordialità che ha fin dalle prime fasi di conoscenza accomunato le due scuole ed i loro dirigenti, docenti ed alunni e hanno riproposto, come ambito significativo di lavoro ed ulteriore scambio di esperienze, l’Arte, la didattica museale e progetti già in atto presso le due scuole, quali stage presso Musei ( il Louvre ) e siti archeologici quali Castrum Novum . Ciò sta già consentendo di coinvolgere nel partenariato, oltre agli alunni del linguistico , anche quelli dello scientifico , con l’utilizzo, in questo caso, della lingua inglese come veicolo comunicativo. Naturalmente l’aspetto linguistico ha notevole spazio , visto che il francese e’ una delle lingue curriculari del liceo linguistico Galilei, che ha per giunta attivo il Corso Esabac che consente il conseguimento del doppio diploma italo -francese. Presso il liceo Bergson si studia, fra le lingue straniere, l’italiano per cui la reciprocità ha veramente tanto materiale da approfondire nell’interesse dei giovani delle due scuole. Alla cerimonia ha presenziato anche la Professoressa di francese del Galilei Simona Borgna, che il Direttore Generale dell’Usr Lazio ha impegnato come interprete incaricata di riassumere il suo intervento a favore della nutrita delegazione francese, ruolo che la Professoressa ha svolto con grande disinvoltura e signorilità. Sia il Direttore Generale dell’Usr Lazio sia il Rettore Pecout hanno sottolineato la grande importanza ed il prestigio di questa iniziativa , nata nel 2014, grazie alla quale vengono fornite alle scuole opportunità di crescita innovative. Il Rettore ha anche ricordato che Roma e Parigi sono legate da gemellaggio, quindi questi accordi si pongono in linea di continuità rispetto all’amicizia fra le due Capitali. Attualmente sono 19 le Scuole di Roma e Provincia legate in partenariato a scuole parigine ed altri due accordi sono già programmati per la firma, stavolta a Parigi, nella prima decade di maggio.

 

A Francesca Arisci la borsa di studio Renata Borlone
Quarto anno per la borsa di studio Renata Borlone, che quest’anno ha visto la premiazione di Francesca Arisci, alunna della 4^B del liceo linguistico Galilei. L’iniziativa, promossa da Fondazione Ca.Ri.Civ., movimento dei focolari ed amministrazione comunale, ricorda la figura di Renata Borlone, nata il 30 maggio del 1930 a Borgata Aurelia, dove ha passato alcuni anni della sua vita.

 

Nel corso dell’evento sono stati premiati anche altri quattro giovani meritevoli che hanno la propensione naturale ad aiutare il prossimo. Si tratta di Davide Ferilli della scuola media Flavioni, Giulia Castagnari del quinto anno dell’istituto Marconi, Daniele Ceccarelli e Simone Serpente della quinta elementare del Comprensivo 4 Ennio Galice di via Toscana i quali hanno ricevuto una copia del libro di Renata Borlone e la possibilità di un viaggio d’istruzione a Luppiano. A Francesca Arisci la borsa di studio di 500 euro: la ragazza è stata in missione in Tanzania e ha partecipato, tra le altre attività, a cene solidali per i senzatetto. Presenti alla cerimonia il presidente della Fondazione Ca.Ri.Civ. Vincenzo Cacciaglia e la sua vice Gabriella Sarracco, Liliana Belli come rappresentante del comune di Civitavecchia e alcuni esponenti della comunità Movimento dei focolari, Lida Ceccarelli, Renzo Bardi e Sandro Bosio. «Renata era una grande donna – ha ricordato Sarracco – una donna che ha avuto forza e capacità di unire. Non ha riunito solo religioni e razze, Renata è riuscita a riunire tutti coloro che vivono in questo mondo senza distinzioni». «La figura di Renata – ha aggiunto Belli – si contraddistingue per il lavoro della formazione spirituale e culturale che ha fatto con i giovani; da qui è nata l’esigenza di promuovere la solidarietà nelle scuole. È importante incentivare nelle scuole i valori del bene comune per una convivenza pacifica». «Con questa premiazione – ha concluso Felice Mari dei focolari – si cerca di mettere in evidenza aspetti positivi, perché solitamente si sentono solo cose negative: Renata è un punto di riferimento per tutti noi perché ha vissuto mettendo al centro della sua vita certi valori che sono fondamentali».

 

da   Civonline

Elenia e Giorgia alla fase nazionale del Torneo di Geometriko

È stato con grande orgoglio che la squadra del Liceo Linguistico e Scientifico G.Galilei di Civitavecchia, ha partecipato presso i Castelli di Casamassella e di Otranto, il 28 e 29 aprile al secondo torneo nazionale di “Geometriko”, coinvolgente gioco di geometria, ideato dal Prof. Leonardo Tortorelli.

La squadra, formata dalle alunne Giorgia Di Luca e Elenia Serpe del Liceo scientifico vincitrici del Torneo di Istituto , è stata accompagnata dalla Prof.ssa Nicoletta Foschi, coordinatrice del Progetto Geometriko per il Galilei.

Il liceo Galilei ha deciso di aderire anche questo anno al torneo nazionale perché gli insegnanti del Dipartimento di Matematica e Fisica hanno compreso le grandi e innovative opportunità che questo gioco offre.

Il progetto ha visto il coinvolgimento di 9 classi del liceo scientifico e del liceo linguistico per un totale di circa 200 alunni che si sono sfidati in un vero e proprio torneo strutturato in varie fasi, dalle eliminatorie fino alla finale.

La competizione nazionale a quattro livelli (L1 per la scuola primaria, L2 per la scuola secondaria di 1° grado, L3 per la scuola secondaria di 2° grado ad esclusione dello scientifico, L4 licei scientifici) ha portato a Casamassella in due diversi weekend ben 200 studenti provenienti da tutte le regioni italiane, selezionati nei vari tornei di classe, d’istituto e infine regionali.

Il gioco è basato prevalentemente sulla geometria dei quadrilateri e consiste nel far scartare agli avversari il maggior numero di carte quadrilatero. Vince chi riesce a conservarne più degli altri , risolvendo alcuni quesiti di geometria ed avvalendosi di flash card che possono ribaltare l’esito della partita. Chi rimane con un quadrilatero durante la partita può risolvere fino a tre problemi di geometria (sorteggi della speranza) vincere due carte quadrilatero e continuare a giocare fino a che non viene eliminato.

Le nostre alunne si sono ben difese nel gioco dove oltre alla bravura conta molto la strategia di gioco e spesso anche la fortuna. Elenia ha partecipato alla semifinale risolvendo bene i problemi che le sono capitati nei tre sorteggi della speranza. Giorgia passa in finale eliminando i suoi avversari, poi in finalissima e si qualifica quarta in Italia durante le varie fasi risolve elegantemente vari problemi di geometria.

Durante la due giorni, inoltre, oltre alle gare vi sono stati anche molti momenti di socializzazione e visite guidate che hanno allargato l’esperienza formativa e permesso il confronto tra varie realtà scolastiche della penisola, trasformando una gara matematica in una bellissima esperienza formativa per i ragazzi.

Gli alunni del Galilei “Divulgatori di Scienza”
Si è concluso con successo il progetto di Alternanza Scuola Lavoro “Divulgatore di Scienza” svoltosi in base alla Convenzione di Tirocinio Formazione e Orientamento stipulata tra il Liceo scientifico, linguistico e musicale “G. Galilei” di Civitavecchia e l’associazione culturale “Yococu”. Il progetto è stato coordinato dalla prof.ssa Elena Rocchi e si è protratto per l’intero anno scolastico con varie fasi, che hanno visto coinvolti direttamente tutti gli alunni di 9 classi, sia di indirizzo scientifico che linguistico (3^A/s, 3^B/s, 3^C/s, 3^A/ling, 3^C/ling, 4^A/s, 4^B/s, 4^C/s, 4^D/ling) e tutti gli insegnanti di Scienze dell’Istituto. Il Progetto nasce dalla necessità di una maggiore divulgazione della Chimica, mediante strumenti necessari a rendere piacevole ed emozionante l’interazione tra gli adolescenti e questa scienza, al fine di stimolare curiosità, interesse e partecipazione attiva. Gli alunni, che in ogni fase sono stati prima spettatori e poi attori e divulgatori di scienza, hanno potuto imparare e poi riproporre quanto appreso ad un pubblico costituito sia dai ragazzi delle scuole medie, nel corso degli open day, sia dagli alunni di altre classi dell’Istituto che non erano state coinvolte direttamente nel progetto. I ragazzi hanno avuto così la possibilità rapportare la scienza all’esperienza quotidiana e, conducendo gli esperimenti in autonomia di fronte ad un pubblico, di incrementare la propria autostima. Le fasi salienti sono state sviluppate mediante le attività laboratoriali, curate dai ricercatori dell’associazione Yococu, i quali hanno fornito non solo le competenze, ma anche i materiali e le strumentazioni che di volta in volta sono stati utilizzati. Nel dettaglio, le esperienze sono state le seguenti: * laboratorio di cucina molecolare “Il piatto chimico” (classi terze); * laboratorio sui polimeri “Polimerando” (classi quarte); * laboratorio di chimica forense “CSI-Roma” (classi terze); * laboratorio di esperimenti di “Chimica spettacolare” (classi quarte). La prima ha riguardato l’innovazione culinaria proposta nella cosiddetta cucina molecolare, uno stile gastronomico moderno e alternativo che vuole evidenziare non tanto l’aspetto legato ai sapori quanto quello legato alle emozioni che si sprigionano creando piatti molto colorati e altamente sperimentali nelle tecniche di preparazione. I ragazzi si sono improvvisati provetti chef e con uova, alcol per liquori, maizena, alginato di sodio al sapore di menta, acetato di calcio e una piastra riscaldante hanno cucinato e impiattato degli splendidi gnocchi guarniti con caviale sintetico. Nella seconda esperienza gli studenti si sono trasformati in detective della polizia scientifica e hanno imparato come trovare le impronte digitali e rilevare tracce biologiche con il Luminol. Nel laboratorio “Polimerando” sono stati mostrati e spiegati alcuni fenomeni di condensazione di polimeri organici, che riguardano sia il mondo della biologia che della chimica industriale, come il nylon e il PVA, per arrivare fino a materiali innovativi e altamente tecnologici. Nel laboratorio di “Chimica spettacolare” gli studenti si sono improvvisati “apprendisti stregoni” ed hanno imparato trucchi chimici su come tramutare l’acqua in “vino”, produrre fiammate spettacolari dalle mani e osservare la sequenza delle “clock reactions”. Tutte le esperienze laboratoriali sono state ricche di spunti di riflessione di grande interesse e tutti i ragazzi, partecipando attivamente in prima persona, hanno potuto migliorare le capacità pratico-operative e nella fase espositiva si sono mostrati responsabili e competenti.

 

 

“Le scuole di eccellenza si raccontano”
“Le scuole di eccellenza si raccontano”, Roma 13/04/2017

Accompagnati dalla prof.ssa Garofalo, responsabile per l’orientamento in uscita, otto studenti meritevoli frequentanti la classe quarta al Liceo Galileo Galilei di Civitavecchia: Francesco De Marco, Gabriele Maranini, Federico Gargiulli, Francesca Volpe, Arianna Dottarelli, Samuele Bellucci e Santa Marinella: Penelope Giambò, Sebastian Chiriches, il giorno 13 aprile 2017 hanno partecipato all’interessante giornata di presentazione di esperienze universitarie da parte di studenti delle scuole di eccellenza Normale e Sant’Anna di Pisa e IUSS di Pavia. L’iniziativa, sotto il patrocinio del Senato della Repubblica, è stata presentata da Alessandro Cecchi Paone e ha avuto luogo nell’aula dei gruppi della Camera dei Deputati. Dopo la presentazione dei tre atenei e del network da essi costituito e un intervento su argomenti di ingegneria biomedica da parte dell’On Maria Chiara Carrozza, sono state illustrate le opportunità offerte ai giovani dall’Agenzia Spaziale Europea, dall’Ing. Galeone, responsabile dell’ESA Accademy. L’On. Teresa Maria Zotta ha quindi portato il saluto della Sindaca di Roma e si è entrati nel vivo dell’incontro con la presentazione del concorso per entrare in queste scuole d’eccellenza, della vita universitaria e dell’esperienza del college. Nel pomeriggio i relatori, tutti studenti delle tre scuole, hanno presentato la propria esperienza, dissertando anche su originali ricerche, spesso in chiave interdisciplinare, effettuate in diversi campi: scientifico (il laboratorio virtuale, l’e-learning, l’optogenetica); economico (l’economia criminale); giuridico (reati derivati da pratiche culturali, implicazioni giuridiche nell’uso dei droni); filosofico (contributo arabo alla filosofia); linguistico ( interessante studio di un dialetto marchigiano); ingegneristico (“Hyperloop”, il treno superveloce). Ultimo, significativo intervento quello del Prof. Ciliberto della Normale, sul rapporto tra queste scuole d’eccellenza e la formazione della classe dirigente del futuro. L’incontro si è concluso con l’augurio agli studenti presenti di trovarsi tra qualche anno nella stessa sede, in veste di protagonisti.

Giochi della Bocconi - ammessi alla finale nazionale

Certificate of Excellence in Coding Literacy

Classifica Giochi della Bocconi
Partenariato Liceo Galilei-Lycée Bergson di Parigi
Bellissima esperienza lo scambio tra il Liceo Galilei e il Lycée Bergson di Parigi! Il progetto ha visto coinvolti 11 alunni della classe quarta Esabac del Liceo Linguistico che, accompagnati dalle Prof.sse Simona Borgna e Maria Rita Brizi, si sono recati a Parigi dal 6 al 10 marzo, ospitati dai loro corrispondenti parigini e hanno a loro volta accolto i ragazzi francesi dal 20 al 24 marzo. Settimane ricchissime di visite nei luoghi di maggior interesse culturale ed artistico, in particolare presso il museo del Louvre dove i ragazzi del Liceo Bergson svolgono una importante attività didattica che ha offerto loro l’occasione di guidare in un percorso studiato i loro corrispondenti italiani. Al Liceo Galilei di particolare rilevanza la matinée dedicata al Progetto Castrum Novum durante la quale gli alunni della 4G Scientifico di Santa Marinella, coordinati dalla Prof.ssa Clelia Di Liello, hanno presentato le varie slide del Progetto in lingua inglese e i loro colleghi della 4A Esabac del Linguistico hanno commentato i vari aspetti del progetto in lingua francese, ricevendo il plauso delle insegnanti francesi. L’inserimento nelle classi, nonché le serate passate in famiglia e le varie iniziative serali che hanno coinvolto non solo i ragazzi del partenariato, ma anche il resto della loro classe hanno costituito momenti ulteriori di arricchimento linguistico e culturale.

 

I GIOCHI INTERNAZIONALI DELLA “BOCCONI” AL GALILEI

APPUNTAMENTO CON LA MATEMATICA: TORNANO I GIOCHI INTERNAZIONALI DELLA “BOCCONI” AL GALILEI

Ben 280 (una quarantina i più rispetto all’anno passato) saranno i ragazzi delle scuole secondarie di I e II grado (medie e superiori) che, sabato 18 marzo, parteciperanno all’ormai tradizionale appuntamento di primavera con i Giochi Internazionali della Matematica organizzati dal Centro Pristem dell’Università “Bocconi “ di Milano. A questi si aggiungono tre formidabili adulti che si cimenteranno nella categoria GP, a dimostrazione che la voglia di divertirsi con la matematica non ha età.

Il Liceo Scientifico e Linguistico Galileo Galilei di Civitavecchia è da 12 anni Sede di zona ospite della fase semifinale dei giochi e, con orgoglio e dedizione, la referente Professoressa Ileana Pietranera sottolinea la crescente adesione a questo appuntamento, mentre con cura predispone l’apparato organizzativo per sabato. Oltre 10 aule saranno impiegate dal Galilei per ospitare i ragazzi delle scuole del territorio; il Bar dell’istituto per l’occasione resterà aperto anche nel pomeriggio ed i genitori che vorranno attendere che i figli si cimentino con le prove saranno accolti in aula magna dalla Dirigente Maria Zeno, molto legata a questa ricorrenza; “Il fatto che la Bocconi da oltre un decennio si avvalga della nostra collaborazione-dichiara Maria Zeno- è per noi motivo di sprone  a fare sempre di più e sempre meglio per la Matematica, disciplina  che rientra a pieno titolo far le competenze chiave di cittadinanza. Mi piace l’aspetto ludico che i Giochi internazionali della Bocconi esaltano, nell’intento di sollecitare i partecipanti ad una sfida personale sulle competenze, sulla logica, sulla capacità di risolvere problemi”.

Quest’anno anche i “padroni di casa” partecipanti, gli alunni del Galilei, sono in crescita numerica e con loro gareggeranno ragazzi- suddivisi nelle varie categorie dalla C1 (prima e seconda media), C2 (terza media e primo anno delle superiori), L1 (seconda, terza e quarta superiore), L2 (quinta superiore) provenienti da Civitavecchia, Santa Marinella, Ladispoli, Cerveteri, Tolfa, Allumiere, Viterbo, Montefiascone, Tarquinia, Bracciano.

Appuntamento per tutti alle ore 14,00, inizio della gara alle 14, 30; la categoria C1 avrà a disposizione 90 minuti, tutte le altre categorie 120 minuti. I vincitori delle altre semifinali, ospitate in contemporanea nelle altre sedi zonali d’Italia il 18 marzo, gareggeranno a Milano, nei locali della Bocconi, il 13 maggio prossimo. In quella occasione sarà individuata la squadra italiana, costituita per ciascuna delle categorie L1, L2, GP dai primi tre classificati e dai primi cinque classificati per ciascuna delle categorie C1 e C2; quest’ultima competerà per il titolo internazionale a Parigi, a fine agosto. In bocca al lupo, ragazzi!

 

BIOFORM: APPLICHIAMO LA CHIMICA!

 

BIOFORM: APPLICHIAMO LA CHIMICA!

Un gruppo di 22 studenti appartenenti alle  classi 5°A, 5°B e 5°C del Liceo Scientifico, Linguistico e Musicale “G. Galilei” di Civitavecchia, accompagnati dalle prof.sse di Scienze Elena Rocchi e Rosanna Benevento, in data 7 marzo 2017 si è recato presso il Dipartimento di Biochimica della Sapienza – Università di Roma per partecipare al Progetto BIOFORM, inserito nelle proposte formative dell’Alternanza Scuola Lavoro. Nel corso della mattinata i ragazzi hanno seguito una interessante lezione di laboratorio sotto la supervisione di ricercatori del CNR. I novelli scienziati hanno potuto toccare con mano strumenti presenti nei laboratori universitari come la macchina per la produzione di copie multiple di DNA mediante reazione a catena della polimerasi (PCR)  e realizzare un protocollo di laboratorio per separare miscele di frammenti del proprio materiale genetico con elettroforesi su gel di agarosio. Gli alunni si sono dimostrati entusiasti, poiché hanno potuto sperimentare quanto studiato teoricamente sui libri. Ciascuno ha potuto analizzare il proprio DNA e scoprire l’eventuale presenza di una mutazione, ovviamente senza particolari conseguenze, ereditata dai propri genitori. Le spiegazioni competenti e precise dei ricercatori del CNR presenti hanno reso tale lavoro proficuo e utile per il proseguimento degli studi.

 

Torneo Geometriko
Finale del Torneo di Geometriko Le alunne che Elenia Serpe e Giorgia Di Luca vincono la fase di istitito del torneo di Geometriko. Accompagnate dalla prof.ssa Nicoletta Foschi, si recheranno alla finale nazionale che si terrà dal 28 al 30 aprile al Castello di Casamassella in provincia di Lecce.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


IL GALILEI PROTAGONISTA AL CONCORSO REGIONALE “CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE METTI IN CAMPO LA TUA CREATIVITA’”

 

Un 8 marzo speciale, ieri al Galilei di Civitavecchia e Santa Marinella: quattro studenti, accompagnati dalla Professoressa Paola Rocchi, hanno preso parte – su invito della Regione Lazio – alla manifestazione che si è tenuta in occasione della festa della donna nella sala Ottagona, presso le antiche terme di Diocleziano; uno scenario di grande bellezza, dove la regione Lazio ha presentato il Progetto  “Donne forza Otto”.

Si è parlato soprattutto di  lavoro femminile e di iniziative a favore della donna, ma a conclusione lo stesso presidente Zingaretti ha voluto citare e premiare i finalisti del concorso “Contro la violenza sulle donne  metti in campo la tua creatività”: l’amministrazione regionale ha chiesto agli alunni e alle alunne delle scuole superiori del Lazio di produrre un fumetto sul tema: i primi 10 sono destinati alla pubblicazione a cura della Regione stessa.

Il  Liceo Galilei ha partecipato con due lavori, provenienti rispettivamente dalla sede di Civitavecchia e da quella di Santa Marinella, dal liceo linguistico e scientifico e, fra gli oltre cento partecipanti al concorso, entrambi i lavori dei ragazzi del Galilei sono stati selezionati fra i primi dieci, che la Regione ha riunito in un volume. Presentato durante la manifestazione dal presidente,il volume sarà distribuito in tutte le scuole del Lazio come materiale di divulgazione e sensibilizzazione sullo scottante tema della violenza contro le donne.

Questi i nomi dei partecipanti: Mirko Vargiu (sceneggiatura), Si Shan, Min Shan (disegni) della classe VG Scientifico di Santa Marinella, Natalia Franceschetti (sceneggiatura e disegni) della classe VB Linguistico di Civitavecchia.

Molto pregevoli i lavori, che  a breve potranno essere ammirati grazie alla produzione del libro a cura della Regione, ma soprattutto- sono concordi la Preside Maria Zeno e la Prof.ssa Paola Rocchi che ha seguito la cerimonia presso la Sala Ottagona – è motivo di particolare orgoglio che gli studenti elaborino personalmente le numerose iniziative che il Liceo Galilei organizza nell’ambito  dell’educazione alla Cittadinanza; questi due lavori, molto apprezzati dagli organizzatori del Concorso, sono il frutto della personale sensibilità degli Studenti che hanno saputo far proprie le sollecitazione dei Docenti e dei vari esperti esterni che di volta in volta collaborano con il Galilei all’ampliamento dell’offerta formativa su temi di particolare impatto.


Conferenza “1986- 2016: a trent’anni dal Nobel a Rita Levi-Montalcini

Una delegazione di studenti delle terze e quarte  del Liceo Scientifico “G.Galilei” di Civitavecchia, accompagnati dal prof. Sandro Moretti, docente di Scienze e vice preside dell’istituto, hanno partecipato questa mattina a Roma presso la Sala Tevere della Regione Lazio all’iniziativa “1986- 2016: a trent’anni dal Nobel a Rita Levi-Montalcini”.

Nel corso della manifestazione, coordinata dal giornalista di Panorama Orazio la Rocca, gli alunni hanno incontrato e ascoltato gli interventi del  Presidente della Commissione Cultura del Consiglio Regionale del Lazio, Cristian Carrara, della nipote del premio Nobel, Piera Levi-Montalcini, della presidente della Comunità Ebraica di Roma, Ruth Dureghello, del direttore del dipartimento di biomedicina del CNR, Tullio Pozzan e della responsabile dell’area formazione dell’ANP, Grazia Fassorra, tutti incentrati sulla figura della scienziata sia dal punto di vita delle sue scoperte, ma anche da quello più privato ed umano. 

Durante l’iniziativa è stato proiettato inoltre  il filmato “Elogio dell’Imperfezione: incontro con Rita Levi-Montalcini”, al termine del quale gli studenti hanno potuto porre delle domande agli ospiti per approfondire la conoscenza della “rivoluzione copernicana” scaturita dalle scoperte di Rita Levi-Montalcini.

Nella sala è stata possibile infine ammirare la mostra “Rita Levi-Montalcini: immagini private” che ripercorre la sua vita privata grazie a degli scatti inediti messi a disposizione dall’Associazione Levi-Montalcini in collaborazione con la Comunità Ebraica di Roma.

 

CONFERENZA


I nostri alunni accompagnati dai professori parteciperanno nel  carro “Sua maestà la musica” alla sfilata IO FARO CARNEVALE.

 

“CANCRO, IO TI BOCCIO”

LE ARANCE DELLA SALUTE

VENERDI’ 27 GENNAIO il Liceo Galilei,  con altre 600 scuole del territorio, anche quest’anno si colorerà d’arancio  per raccogliere nuove risorse da destinare al lavoro di 5.000 ricercatori e per promuovere l’importanza dei corretti stili di vita nel prevenire il rischio di cancro.

Le “Arance della Salute” sono il  simbolo dell’alimentazione sana e protettiva grazie alle loro straordinarie proprietà. Si tratta di arance rosse, rigorosamente di origine italiana, che contengono gli antociani, pigmenti naturali dagli eccezionali poteri antiossidanti, e circa il quaranta per cento in più di vitamina C rispetto agli altri agrumi.

Con una donazione di 9 euro sarà possibile ricevere una reticella di 2,5 kg di arance e una Guida con preziose informazioni per la selezione dei cibi da portare in tavola e per una lettura consapevole delle etichette alimentari. Inoltre la speciale Guida propone gustose e sane ricette a tema arance, realizzate appositamente dello chef Sergio Barzetti in collaborazione con La Cucina Italiana.

Le reticelle potranno essere ritirate presso le due  sede del Liceo  “Galilei”  in via dell’Immacolata  4, Civitavecchia e in Via Galilei, 1 Santa Marinella  dalle ore 09,00 alle ore 12,00.


 

 

 

Il piano dell’Offerta formativa del Galilei si arricchisce con il Liceo Musicale!

 

PROROGA della data della domanda al musicale
La Regione Lazio ha deliberato il 30 dicembre 2016 il Piano di Dimensionamento per il 2017-18. Esso prevede, per il Liceo Galilei , l’istituzione , presso la sede Centrale, del Liceo Musicale.
Il Galilei si avvale della Convenzione con il Conservatorio “Santa Cecilia “di Roma, presupposto per l’attivazione del Liceo Musicale e per la costituzione del relativo Comitato Tecnico Scientifico.

Guarda anche la pagina      IL LICEO MUSICALE

 

conferenza stampa del 10/01/2017

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 Il Natale al Liceo Galilei

“In attesa del Natale, i ragazzi del laboratorio di Teatro e Musica del Liceo Scientifico e Linguistico Galilei di Civitavecchia, hanno eseguito un Concerto di musiche e cori natalizi alla Cittadella della Musica di Civitavecchia – grazie alla collaborazione di tutto l’Ufficio Cultura del Comune di Civitavecchia e dell’Assessore Vincenzo D’Antò –  con canti antichi e recenti, rielaborati dal gruppo di studenti musicisti e cantanti del Laboratorio insieme con la professoressa Nadia Ceccarelli; i ragazzi hanno eseguito musica dal vivo con strumenti quali archi, piano, chitarre”.
“Sono molti infatti i ragazzi del Galilei che studiano musica e canto da anni; la loro passione, inoltre, è supportata anche da un progetto extracurriculare che consente loro, grazie ad una convenzione con l’ Unione Musicale Civitavecchiese sottoscritta dalla Dirigente del Liceo Maria Zeno e dalla Presidente dell’U.M.C. Signora Rita Busato , di seguire lezioni di musica all’interno del Liceo, dopo le lezioni curriculari.
I ragazzi, grazie alla disponibilità del parroco don Cono Firringa, hanno poi eseguito alcuni brani in Cattedrale, durante la Messa, per augurare a tutti un meraviglioso Natale; Halleluja , Amen, So This is Christmas, Silent Night, sono alcune delle canzoni eseguite.
L’ultimo giorno di lezioni prima delle vacanze, la performance musicale si è spostata a Scuola, con una festa, animata da canti e coreografie, organizzata interamente dai rappresentanti di Istituto Davide Marrocchi, Luca Mastrandrea, Jacopo Moretti validamente coadiuvati dai loro compagni di Scuola”.

 

concerto-di-natale-2017-alla-cittadella

 

 

concerto-natale-2016

concerto-di-natale-2017-cattedrale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Doppietta del Galilei al premio Ugo Fano 

Doppio riconoscimento per il Liceo Scientifico Galilei all’edizione 2016 del Premio Ugo Fano. Gli alunni della IV A e del V B, coinvolti dalla professoressa di fisica Antonella Dimito, hanno accolto con entusiasmo la proposta di partecipazione che prevedeva la stesura di un elaborato di commento al libro “Pierre Curie, mio marito” di Marie Curie. Gli elaborati prodotti sono stati giudicati di notevole valore e così il Galilei ha ricevuto un premio di riconoscimento “per l’entusiastica risposta collettiva della scuola”. Un secondo premio ricevuto dall’istituto è quello individuale conferito all’alunno Gabriele Mangiola del 4A per l’originalità, la profondità e la brillantezza del suo elaborato.
Gli alunni sono stati premiati lo scorso 19 dicembre nella sede centrale del CNR di Roma durante la cerimonia di premiazione, con la Ugo Fano Gold Medal, del fisico inglese John Pendry, per la sua teoria dei metamateriali con costante dielettrica negativa e per aver posto, sviluppando le idee della relatività generale di Einstein, le basi della ‘transformation optics’.
È ovviamente soddisfatta di questo brillante risultato la Professoressa Antonella Dimito, che ha saputo sollecitare uno spiccato interesse da parte dei ragazzi, che hanno prodotto elaborati di pregio; alla soddisfazione della Professoressa Dimito si associa la Dirigente Maria Zeno, lieta di questa ennesima prova di eccellenza dei ragazzi del Galilei.
Un ringraziamento particolare va a tutti gli alunni del IVA e del VB:Bencini Simone, De Marco Francesco,o, Della Sala Irene, Di Bari Bruno Gabriele, Esposito Gabriele, Fanisio Federica, Gargiulli Federico, La Rosa Luigi, Mangiola Gabriele, Maranini Gabriele,Molinas Vanessa,Regoli Angelo, Remedi Giammarco, Scocco Benedetta, Stopponi Damiano, Alessandri Flavia, Alfonsi Giada, Annovazzi Giulia, Canestrelli Nicolò, Cibelli Michele,De Carli Lorenzo, Di Pietro Giorgia,
Fati Federico, La Perna Gianluca, Liaci Mirko, Marra Marta, Oliviero Leonardo, Orchi Alessia, Palumbo Eleonora, Papa Marta, Roccazzella Gabriele, Rocchetti Michela, Sgriscia Mattia, Trinetti Fabio

 


 

*Grazie di cuore!   Ricomiciamo a leggere *

Dopo aver aderito all’iniziativa nazionale #IOLEGGOPERCHE’, promossa dal MIUR, riprende il  laboratorio di lettura al Liceo Galilei –sede di Santa Marinella- mercoledì 14 dicembre. La prima attività sarà quella di commentare e catalogare i  quarantadue libri donati alla scuola. A tutti gli insegnanti, i genitori, i parenti, i lettori appassionati e non, che lo hanno fatto, diciamo grazie di cuore per aver contribuito all’arricchimento della nostra biblioteca scolastica attraverso il progetto nazionale #IOLEGGOPERCHE’. Un ringraziamento particolare alla libreria di Santa Marinella “Il filo di Sofia” che ha gentilmente aderito.

Noi, “fratelli e sorelle di lettura”, speriamo di mantenere sempre accesa in noi e di diffondere la più coinvolgente delle passioni, la lettura, un’avventura straordinaria che va ben oltre le semplici pagine di un libro.

Per questo da gennaio daremo l’avvio a varie attività, tra cui ridipingere e abbellire con murales i locali della biblioteca, leggere e discutere insieme dei testi scelti da noi.

Invitiamo tutti i “donatori di libri” dell’iniziativa #IOLEGGOPERCHE’ a venire a trovarci a scuola un pomeriggio in cui si svolge il laboratorio per parlarci dei testi che ci hanno regalato, con l’unica avvertenza di contattarci qualche giorno prima.

Cominciamo mercoledì 14 dicembre dalle 14,30 alle 16,30. Proseguiremo dal 12 gennaio, ogni giovedì alla stessa ora.

 

Da tutti gli alunni e i professori del liceo Galileo Galilei.

 


 

La Settimana del Piano Nazionale Scuola Digitale presso il Liceo Galilei

Il MIUR ha lanciato anche quest’anno “La Settimana del PNSD, Piano Nazionale Scuola Digitale”;  essa prevede la realizzazione di una molteplicità di azioni a livello territoriale per valorizzare le opportunità e le sinergie legate al Piano Nazionale per la Scuola Digitale nell’ultima settimana di novembre 2016.

Il Liceo Scientifico e Linguistico Galilei aderisce, anche quest’anno, al progetto con una iniziativa- coordinata dall’ Animatore Digitale Prof.ssa Nicoletta Foschi- denominata  “L’ora del codice” e che vede protagoniste alcune classi del Galilei , impegnate nelle azioni  “Programma il Futuro”, “Code.org” e “Codeweek.it”.

Molti i ragazzi della scuola che hanno già svolto  l’Ora del Codice, la modalità base di avviamento al pensiero computazionale consistente nello svolgimento di un’ora di attività.

Alcuni alunni hanno conseguito il diploma del corso avanzato di 20 ore sulla piattaforma del MIUR Programma il Futuro ,  su algoritmi, funzioni e istruzioni condizionali.

 

Il Liceo Galilei, sta investendo molto sulla progettualità legata al PNSD:  è sede di uno degli snodi formativi territoriali  del Lazio, incaricato di erogare la formazione legata all’Asse I – Istruzione – Fondo Sociale Europeo (FSE)- Obiettivo specifico 10.8 “Diffusione della società della conoscenza nel mondo della scuola e della formazione e adozione di approcci didattici innovativi” – Azione 10.8.4 “Formazione del personale della scuola e della formazione su tecnologie e approcci metodologici innovativi”; si tratta di un complesso impegno organizzativo che vede in formazione,  presso il Galilei, da ottobre 2016 fino a dicembre 2017, Dirigenti Scolastici, Direttori dei servizi generali ed amministrativi, personale amministrativo e Tecnico , Docenti del Territorio a nord della provincia di Roma.

Da marzo 2016 ad oggi, inoltre, si sono svolti presso il Galilei, sempre nell’ambito del Piano Nazionale Scuola Digitale, sei corsi  rivolti agli Animatori Digitali e ai docenti del Team dell’Innovazione,  sempre del territorio a nord di Roma. Ciò grazie alla partecipazione del Galilei ad una rete di Scuole del Lazio coordinate egregiamente dalla Scuola capofila “Margherita di Savoia” di Roma.

Nell’ambito dello sviluppo del PNSD l’Animatrice Digitale del Galilei, Prof.ssa Foschi, farà parte del gruppo dei 33 animatori digitali del Lazio che parteciperanno al progetto KA1 Erasmus+ PNSD, Progetto di cui è capofila l’Ufficio Scolastico Regionale del Lazio e che vede in rete Scuole dell’intera Regione. La prof.ssa Foschi, entusiasta di questa nuova sfida professionale, sarà impegnata nel  progetto di JOB SHADOWING presso Istituto scolastico  COLLÈGE BEAUMARCHAIS di Parigi.

La Dirigente Maria Zeno, che tante energie sta dedicando alle varie iniziative del Piano nazionale Scuola Digitale , ritiene queste esperienze fondamentali sia per lo sviluppo di una cultura di rete fra Scuole sia come valorizzazione delle professionalità del Personale Docente e Tecnico Amministrativo presenti nelle Scuole; la digitalizzazione è infatti un processo in evoluzione che richiede grande impegno al Personale delle Scuole e la formazione è un necessario supporto a sostegno delle sempre crescenti richieste di una società in costante e rapidissima trasformazione.

 


Santa Marinella, Liceo Galilei dice no alla violenza sulla donna, sì all’informazione: ecco le iniziative

eliminazioneviolenza-sulle-donne

24 Novembre 2016 – il giorno prima della giornata mondiale contro la violenza maschile sulle donne – la 5° G e la 5° H del Liceo Scientifico e Linguistico Galilei di Santa Marinella hanno proposto una conferenza-performance allo scopo di sensibilizzare e istruire i compagni più giovani sul fenomeno della violenza sulle donne. “Non in modo scolastico – sostiene uno studente tra gli autori e partecipanti al progetto – non dando cioè la lezioncina morale dell “Amala e rispettala!”, puntando piuttosto a condividere con i compagni una serie di conoscenze, riflessioni e punti di vista”.

Esposizioni teoriche, letture commoventi, video, musica e un’ambientazione scenografica suggestiva, così il Liceo ha celebrato la Giornata internazionale contro la violenza maschile sulle donne al grido di “Non si tratta d’amore!”, per dire NO alla gelosia, NO alle percosse, NO agli stereotipi, NO alla violenza psicologica, fisica, sessuale, economica contro le donne e… delle donne contro gli uomini.

Il progetto “Non si tratta d’amore” è curato da Paola Rocchi, docente di lettere, con la collaborazione per la parte scenografica di Paola Sturiale, docente di arte. Ha preso spunto da una richiesta di una mamma ed è scaturito da un gruppo di lavoro di donne impegnate in vari settori, tutte sensibili al problema. La formula adottata è quella del “peer to peer”, i giovani istruiscono i giovani. Quella della mattina del 24 novembre è stata solo una tappa, che continuerà il 25 novembre con il bookcrossing che le classi quinte svolgeranno in strada insieme alla Croce Rossa e seguirà nel corso dell’anno scolastico con altre classi. I giovani studenti delle quinte ripeteranno la loro performance il 25 novembre presso la Biblioteca di S. Marinella, alle 18:30 prima della Conferenza di Stefano Ciccone, “La violenza sulle donne ci riguarda. Prendiamo la parola come uomini”

dsc_1102Nell’ottica di una collaborazione con soggetti culturali e sociali che operano nel territorio, la dirigente scolastica Maria Zeno, gli alunni e gli insegnanti ringraziano la biblioteca civica, la scuola di musica Lituus e Telesantamarinella. La Litus ha messo a disposizione tecnici e impianto per la parte audio. I grafici di Telesantamarinella hanno dato un tocco professionale al volantino – manifesto.

 

Santa Marinella, Liceo Galilei dice no alla violenza sulla donna, sì all’informazione: ecco le iniziative

 

 

 

Xenoi-La musica dei popoli


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

“Io leggo perché 2016”

 

E ora comincia la festa! Dal 22 al 29 ottobre nelle scuole italiane si moltiplicheranno le iniziative per promuovere il piacere della lettura presso i più giovani. Il nostro liceo parteciperà per il terzo anno consecutivo, nelle due sedi di Civitavecchia e Santa Marinella.

Ogni sede organizzerà le giornate del libro in modo diverso; per entrambe  le sedi è prevista inoltre la partecipazione all’iniziativa  “#IOLEGGOPERCHE’”. Per il presente anno scolastico, infatti, l’Associazione Italiana Editori ha avuto un’idea originale: arricchire le biblioteche scolastiche coinvolgendo i cittadini.

Dal 22 al 29 ottobre sarà infatti possibile recarsi nelle librerie gemellate con le scuole ed acquistare un libro a piacere da donare all’istituto gemellato con la libreria.  L’associazione Italiana Editori, poi, farà la sua parte: per ogni libro acquistato ne regalerà un altro alle scuole, raddoppiando quindi le nuove dotazioni.

La libreria gemellata con la sede di Santa Marinella è IL FILO DI SOFIA.

Quella gemellata con la sede di Civitavecchia è LA GALLERIA DEL LIBRO.

Invitiamo chi ama i libri, o semplicemente chi crede nella gioventù, ad aderire all’iniziativa e a comprare un libro, magari scelto nella lista preparata da studenti e insegnanti.

Partecipiamo in massa alla festa! doniamo e leggiamo libri!

IO LEGGO PERCHE’

 

 


 

code-weekDal 15 al 23 ottobre 2016 si svolge la settimana europea della programmazione, Europe Code Week, arrivata alla quarta edizione. Nel corso della settimana si svolgeranno migliaia di eventi in ogni parte d’Europa per offrire a giovani e giovanissimi l’opportunita’ di iniziare a programmare! Anche il nostro liceo aderisce al progetto con due iniziative della Prof.ssa Nicoletta Foschi

Il codice della rete

Impariamo il linguaggio delle cose – l’ora del codice

alle quali parteciperanno alcune classi del nostro liceo.

Per ulteriori informazioni guarda il sito italiano del CodeWeek   http://codeweek.it/ ed il sito europeo

http://codeweek.eu/

Locandina evento

 


 

Accolti dai ragazzi del Liceo Scientifico e Linguistico Galilei gli studenti di Semester at the Sea.

 Semester at the Sea

 

A seguito dell’iniziativa di scambio interculturale tra il Liceo Scientifico e Linguistico Galileo Galilei e l’associazione Semester at Sea, 8 ragazzi provenienti dagli Stati Uniti d’America nei giorni scorsi sono stati accolti dai ragazzi del Galilei che li hanno accompagnati in un breve tour di conoscenza del Galilei e successivamente di Civitavecchia . Al loro arrivo al liceo sono stati accolti dal personale scolastico e, dopo una breve introduzione, presentati  ai rispettivi ragazzi ospitanti. Nella scuola si è tenuto un interessante dibattito sulle differenze tra i sistemi scolastici dei diversi Paesi, arricchito dalle esperienze interculturali che alcuni alunni hanno intrapreso grazie ad un anno di studio all’estero. Il dibattito, durato due ore, è stato seguito da un tour della scuola con il quale i ragazzi ospitati hanno avuto modo di toccare con mano propria le divergenze nel sistema scolastico. Al termine della giornata didattica sono stati accolti dalle famiglie ospitanti, le quali hanno preparato loro dei piatti tipici della Penisola ed hanno ricevuto dei souvenir delle città di provenienza di ognuno dei ragazzi. In seguito gli studenti del Galilei si sono ritrovati con tutti i ragazzi statunitensi ospitati e ne è seguita una visita ai luoghi turistici del centro  città, dal Forte Michelangelo fino ad arrivare al Pirgo.

I ragazzi statunitensi si sono poi recati  a Roma, per la prosecuzione dell’ iter turistico.

I ragazzi partecipanti al progetto Semestre at Sea hanno scelto di intraprendere un semestre universitario di studio a bordo di una nave da crociera la quale, nel corso di tale semestre toccherà le coste di undici diversi Paesi, dal continente europeo a quello sud-americano.

Tutti i ragazzi hanno reso un feedback positivo dell’esperienza, dicendosi entusiasti dell’arricchimento culturale dato da questa simpatica  iniziativa a cui il liceo ha aderito fin dallo scorso anno e che intende riproporre negli anni.

 


Festa delle lingue al liceo Galilei

 

 

img-20160926-wa0005img-20160926-wa0004img-20160926-wa0002img-20160926-wa0003img-20160926-wa0006


 

 

 


 

 

 

Carissimi studenti,

a nome mio e dell’intero Consiglio d’Istituto, desidero rivolgere a Voi tutti un cordiale saluto e l’augurio di buon lavoro per questo nuovo anno scolastico 2016/2017.

C’è un nuovo impegno che Vi attende, una nuova sfida alla quale spero non vogliate sottrarvi, perché la cultura, la conoscenza, il sapere sono le basi per costruire una vita libera, democratica, piena di opportunità, la vita che ogni essere umano ha il diritto di avere.

Nonostante le difficoltà dovute alla crisi economica che si riflettono anche sul nostro Paese, avete la possibilità di frequentare una scuola libera che offre valide occasioni di crescita: sappiate sfruttarle per Voi stessi, per le Vostre famiglie, per la Vostra Comunità e per il Vostro Paese, che ripone in Voi la speranza di un futuro migliore.

Sappiate essere responsabili anche nel rispetto della struttura che vi accoglie, avendo cura di ogni locale e di ogni attrezzatura che vi verrà messa a disposizione, come se fosse la vostra cameretta, il vostro scooter, la vostra autovettura.

Noi, come Consiglio d’istituto, ci impegniamo per garantirVi tutte le migliori e maggiori potenzialità per le risorse che ci saranno messe a disposizione, ma anche per cercare e sfruttare i bandi per i progetti che possono accrescere la Vostra preparazione. Rimaniamo a disposizione, anche attraverso i Vostri rappresentanti, per l’ascolto ed il confronto costanti e duraturi per tutto l’anno scolastico.

Buon lavoro

Il Presidente del Consiglio di Istituto

Vittorio Petrelli

 


 

A S. Marinella, l’anno scolastico del Galilei si apre con l’inaugurazione del nuovo parco archeologico.

Sabato 10 settembre, alle ore 18,30 si terrà la cerimonia di inaugurazione del parco archeologico di S. Marinella. E’ per il Liceo Galilei di S. Marinella l’occasione per rilanciare l’attività di alternanza scuola lavoro presso gli scavi di Castrum Novum che è stata avviata con successo l’anno scorso in collaborazione con il Comune di S. Marinella. Il direttore del Museo del mare edella navigazione, dottor Flavio Enei che presiede gli scavi, ha invitato gli studenti del Galilei a fare da guide alle visite guidate che gratuitamente si svolgeranno subito dopo la cerimonia e la domenica successiva. Gli studenti metteranno a frutto le conoscenze e l’esperienza acquisita nell’anno scolastico precedente in attesa di ricominciare le attività di scavo nell’anno in corso.